lunedì 16 maggio 2016

Piccole recensioni in compagnia 2

Continua l'appuntamento con le microrecensioni:



Myriad Colors Phantom World
Anime con ottimi spunti di trama (un mondo dove elementi fantastici prendono vita grazie ad un virus), divertente, con personaggi accattivanti e con una buona dose di fanservice che non scade mai nel volgare. Peccato che quanto detto valga solo per gli episodi iniziali e finali e qualche episodio sparso (quello incentrato sulla bambina con l'orsetto e ovviamente quello ambientato alle terme), il resto degli episodi vale solo come episodio auto-conclusivo. Anime carino ma non aspettatevi grandi cose. (fonte italiana  crunchyroll)
Comical Psychosomatic
Anime di stampo comico con fini istruttivi. Molto interessante e divertente, riesce nel difficile compito di dare piccoli consigli e informazioni di varie tipologie psicologiche senza mai annoiare. Anime consigliato vivamente. (fonte italiana crunchyroll)
Heidi
Letto per curiosità comparativa, visto che l'anime è stato ormai visto anche dai sassi ho voluto leggere il romanzo da cui è stato tratto. Dopo la lettura credo che questo sia uno dei pochi casi in cui il prodotto collaterale si dimostra superiore al prodotto originale. Nel libro l'unica cosa veramente interessante e non presente nel cartone è la storia che ha portato il nonno ad diventare cosi scorbutico e odiato dal villaggio; no il nome del vecchio dell'alpe rimarrà per sempre un segreto (diciamo che da giovane non era uno stinco di santo). Il romanzo è accentuato da una forte vena di cattolicissimo che nella versione animata è stata fortunosamente omessa. Sia in questo romanzo che in molti altri romanzi ottocenteschi c'è questo strano mito che la montagna o la natura in generale siano quasi una sorta di luogo magico per recuperare da ogni sorta di malanno.  Per il resto l'anime è molto fedele al romanzo, anche se il tocco di Takahata si sente molto.

Graffiti nella biblioteca di Babele (Year's Best SF #16)
Interessante raccolta da parte di Urania di alcuni dei migliori racconti brevi di fantascienza mondo anglosassone. Tutti i racconti sono molto interessanti e piacevoli alla lettura. Interessanti i racconti:

Il Ragazzo di Jackie di Steven Popkes
in cui, in un mondo semidistrutto da diverse catastrofi un ragazzo orfano trova una madre inaspettata un un elefantessa intelligente e col dono della parola.

Bimba e l'oceano di Kay Kenyon
Bellissimo racconto ambientalista che narra della coesistenza di esistenza di una piccola bambina e una macchina volta al recupero dei rifiuti marini.

Petopia di Benjamin Crowel
 Racconto che narre le vicende in salsa quasi cyberpunk di due fratelli africani e di un animale elettronico dotato di una intelligenza artificiale realistica. Una favola sul consumismo moderno e i suoi nefasti effetti sulla nostra vita.

Come diventare un dominatore di marte di Catheryenne M. Valentine
Divertentissimo racconto su Marte e l'aspirazione che abbiamo un po' tutti di essere i dominatori assoluti di qualcosa.

Forse l'unico difetto che ho riscontrato (per altro non inerente al libro in se) è stata la presenza dei drm nel formato ebook (cosa che di solito negli urania non sono presenti), cosa che mi ha costretto a leggere il libro sulla piattaforma tolino reader di ibs a causa del fatto che usando un sistema operativo linux non esiste software per leggere tale formato. Spero ardentemente in un futuro senza drm (che hanno il solo e unico obbiettivo di rendere più difficile la vita del lettore acquirente) (maggiori informazioni qui)

La scena dell'inferno e altri racconti (1915-1920) di Ryūnosuke Akutagawa
Interessante recupero da parte di Asiasphere di uno dei grandi autori giapponesi del primo novecento. I racconti proposti offrono un'ottima varietà della produzione dell'autore. Non tutti i racconti mi sono piaciuti, ma alcuni sono veramente belli da leggere (Per esempio Rashomon, zuppa di riso, il tabacco e il diavolo). (maggiori informazioni qui)

Nessun commento:

Posta un commento